Il Giornale di Trieste

Call 3473483364

E-mail: info@gazzettinogiuliano.it

Comune Numero abitanti Stemma e araldica
Trieste 205.000

triesteDal 1700
"Di rosso all'alabarda di S. Sergio, d'argento".

Muggia 13.400

muggiaDal 1939
“D’oro, al castello di rosso, aperto e murato di nero, torricellato di tre del primo, merlate alla guelfa e finestrate di due in palo del secondo. Ornamenti esteriori di Comune italiano"

Duino Aurisina 8.700

duino-aurisinaDal 1986
"Di rosso, al viadotto di tre archi, fondato in punta e sui fianchi, sostenente la torre merlata alla guelfa di quattro, il tutto d'argento, murato di nero; alla bordatura diminuita d'argento. Ornamenti esteriori da Comune".

San Dorligo della Valle - Dolina 5.900

sandorligodellavalleDal 1999
"Di rosso, al torrione di azzurro formato dal doppio basamento poliedrico, scalinato, sostenente la torre a base quadrangolare, il tutto visto di spigolo, con la facciata principale volta a sinistra, i due basamenti e la torre merlati alla guelfa, il basamento inferiore, più grande, merlato di dodici nei due lati, sei e sei, il basamento superiore merlato di dieci nei due lati, cinque e cinque, la torre merlata di otto nei due lati, quattro e quattro, il basamento inferiore chiuso nella facciata principale, di nero, la torre finestrata nella detta facciata di due finestrelle di nero, poste in palo, fondato sulla collina di verde, fondata in punta e uscente dai fianchi, caricata dalla scala di pietra azzurra di dodici scalini, posta in banda, unita alla porta ed estesa fino al cantone sinistro della punta. Ornamenti esteriori da Comune

Sgonico 2.090

sgonicoDal 2007
“Di rosso, al campanile quadrato, d’oro, fondato in punta, con bifora di nero e sottostante orologio d’argento, le lancette e i segni delle ore, di nero, con il coronamento esagonale d’oro, coperto dello stesso, cimato dalla crocetta di nero, esso campanile accompagnato da due pali diminuiti, concavi verso i fianchi, di azzurro. Ornamenti esteriori da Comune”.

Monrupino 890

monrupinoData incerta
"D'azzurro, alla chiesa e campanile di San Rocco in Monrupino, d'oro, coperti di grigio al naturale, essa chiesa vista nella parte absidale e unita a sinistra al campanile, posta di tre quarti, il campanile cimato dalla crocetta d'argento, il tutto sinistrato dal recinto di pietra grigia, al naturale, appellato Tabor, chiesa, campanile, recinto fondati sulla collina di verde, fondata in punta e uscente dai fianchi, boscosa nella sommità di querce di verde, fustate al naturale. Ornamenti esteriori da Comune".

Gorizia 35.880

goriziaDal 1929
"D'azzurro, alla muraglia cimata di tre torri, la centrale più alta, muraglia e torri merlate alla ghibellina, il tutto di argento, aperte, finestrate e murate di nero terrazzate di verde".

Monfalcone 27.900

monfalconeDal 1937
"D'argento, al falco al naturale, su un monte roccioso".

Ronchi dei Legionari 12.130

ronchideilegionariData incerta
Lo stemma del Comune di Ronchi dei Legionari è costituito da uno scudo di colore rosso, attraversato da una catena di monti argentei con tre cime, il cui orlo inferiore è riempito da un prato verde, nel quale mettono radice quattro viti verdi naturali, che si innalzano fino alla metà dello scudo.

Grado 8.600

gradoDal 1984
“Di rosso alla torre d’argento di due palchi, murata di rosso, merlata alla ghibellina, il primo palco di cinque merli, il secondo di tre, aperta e finestrata di due del campo. Ornamenti esteriori di città”

Cormons 7.700 cormonsIRD 1910 (Francesco Giuseppe)
Staranzano 7.200 staranzanoIncerto
Gradisca d'Isonzo 6.600

gradiscad'isonzoDal 1929
"Troncato d'oro e d'azzurro, al crescente cimato di una croce latina attraversante, il tutto d'argento. Lo scudo sara' fregiato da ornamenti da Comune."

San Canzian d'Isonzo 6.380

sancanziand'isonzoDal 1937
"D'oro alle tre croci rosse. Capo del Littorio: di rosso (porpora) al fascio littorio d'oro circondato da due rami di quercia e d'alloro annodati da un nastro dai colori nazionali. Ornamenti esteriori da Comune".

Romans d'Isonzo 3.700

romansd'isonzoData incerta
Uno scudo a forma inglese turrito, troncato (diviso) in due parti da una fascia blu rappresentante il torrente Judrio; sulla parte superiore due stelle a sei punte simboleggianti gli abitanti di Romans e Fratta mentre nella parte inferiore una stella a sei punte simboleggia l’abitato di Versa

Fogliano Redipuglia 3.070

foglianoredipugliaData incerta
"Campo di cielo, il Sacrario di Redipuglia al naturale, la pavimentazione è caricata a sinistra dal Leone di San Marco, tenente con la branca sinistra un libro in banda; il tutto in oro, stilizzato, sopra la mezzaluna che rappresenta i Turchi; a destra, sempre in basso, un gladio spezzato accollato da due rami d'alloro al naturale in doppia decusse. Ornamento esteriore da Comune".

Turriaco 2.750 turriacoIncerto
Sagrado 2.260 sagradoIncerto
San Pier d'Isonzo 2.020

sanpierd'isonzoData incerta
"Di rosso alla croce d'argento diminuita, alle chiavi d'oro, in decusse, con gli ingegni verso il basso. Ornamenti esteriori di Comune"

Farra d'Isonzo 1750 farrad'isonzoIncerto
Share
Categoria: